Rissa tra spacciatori, sangue nel cuore di Napoli

A denunciare il violento episodio è stato Fabrizio Caliendo, titolare del Kesté. Domani 17 gennaio manifestazione di protesta alle 19.30

"Altro sangue. Altra violenza". Inizia così il post di Fabrizio Caliendo titolare del Kesté, che denuncia una violenta rissa con feriti in largo San Giovanni Maggiore, a pochi passi dal locale.

"Rissa tra spacciatori a Largo San Giovanni Maggiore per la gestione della piazza. Ed è la quinta in un mese. Fuggi fuggi generale e tanto sgomento – racconta l'esercente – Ieri rapina in pieno pomeriggio a via Santa Chiara. Gente che gira armata".

Caliendo lancia una manifestazione di protesta: "Domani chi è stanco di tutto questo venga alle 19:30 a Largo San Giovanni Maggiore per manifestare il bisogno di maggiore sicurezza, cura del territorio e presenza istituzionale. In chiusura Cito l'esplosione di stanotte da Gino Sorbillo a cui va la mia personale solidarietà da imprenditore. Spero di vedere i miei colleghi, residenti e utenti. Napoli non merita questo! Nessuno lo merita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento