"Grave rischio incendi", allarme a Napoli

Il sindaco con un'ordinanza ha proibito la bruciatura di vegetali su tutto il territorio napoletano

L'incendio ai Camaldoli

Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, ha con un'ordinanza dichiarato "lo stato di grave pericolosità per il rischio di incendi sull'intero territorio comunale" fino al prossimo 30 settembre.

L'incendio ai Camaldoli dei giorni scorsi

L'ordinanza siglata dal primo cittadino prevede il "divieto assoluto di bruciatura di vegetali, loro residui vegetali o altri materiali connessi all'esercizio delle attività agricole nei terreni agricoli, anche se incolti, degli orti, parchi e giardini pubblici e privati, nonché la combustione di residui vegetali forestali, nel periodo di massima pericolosità per gli incendi boschivi sul territorio comunale".

Solo pochi giorni fa un grave incendio aveva duramente colpito la collina dei Camaldoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Brusco calo termico anche al Sud, arriva il freddo invernale

  • Controlli alla tiroide, cuore, polmoni, fertilità e ginecologici: dove farli gratis a Napoli

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

Torna su
NapoliToday è in caricamento