"Grave rischio incendi", allarme a Napoli

Il sindaco con un'ordinanza ha proibito la bruciatura di vegetali su tutto il territorio napoletano

L'incendio ai Camaldoli

Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, ha con un'ordinanza dichiarato "lo stato di grave pericolosità per il rischio di incendi sull'intero territorio comunale" fino al prossimo 30 settembre.

L'incendio ai Camaldoli dei giorni scorsi

L'ordinanza siglata dal primo cittadino prevede il "divieto assoluto di bruciatura di vegetali, loro residui vegetali o altri materiali connessi all'esercizio delle attività agricole nei terreni agricoli, anche se incolti, degli orti, parchi e giardini pubblici e privati, nonché la combustione di residui vegetali forestali, nel periodo di massima pericolosità per gli incendi boschivi sul territorio comunale".

Solo pochi giorni fa un grave incendio aveva duramente colpito la collina dei Camaldoli.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Rissa nel Vasto, "grida disumane". Un quarantenne finisce in ospedale

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Amichevole in famiglia in casa Juve, cori contro i napoletani: Sarri fa finta di nulla

  • Tragedia all'isola d'Elba: napoletano trovato morto nella casa in cui era in vacanza

  • Tony Colombo, attacco da Borrelli: "Senza casco e sul marciapiede, esempio di inciviltà"

Torna su
NapoliToday è in caricamento