Tav Afragola, ipotesi rifiuti tossici nel sottosuolo: presto i carotaggi

L'ipotesi ha attirato l'attenzione della Procura di Napoli Nord, che inizierà ad analizzare i suoli dal parcheggio, già posto sotto sequestro per la mancanza di autorizzazioni

Rifiuti tossici sotto il parcheggio della Tav di Afragola, alcuni dei quali provenienti dagli stessi cantieri dell'Alta Velocità e da quelli dell'aeroporto di Capodichino. L'inquietante ipotesi emerge da un'inchiesta del Corriere del Mezzogiorno.

La stazione sorge nel cosiddetto “triangolo della morte” della Terra dei Fuochi. In zona, nel 2007 vennero scoperti già scarti di cantieri, e nel 2016 scarti industriali lì vicino, in località Cinquevie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda è all'attenzione della Procura di Napoli Nord. Inizierà a valutare con il pm Giovanni Corona e i Nas dei carabinieri la composizione suoli. La zona del parcheggio – già sequestrata per mancanza di autorizzazioni – sarà la prima in cui, con ogni probabilità, verranno effettuati i carotaggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento