"Rifiuti speciali interrati: scoperta una discarica nel nolano"

Gli attivisti di Rifiutarsi.it: "Lanciamo un appello alla Guardia Forestale e alla Procura di Nola affinché indaghino su questo terreno sul cui passato girano fin troppe e sinistre voci"

I rifiuti interrati - foto Rifiutarsi.it

Scoperta una discarica di rifiuti interrati nel nolano: a denunciarla sono gli attivisti del sito Rifiutarsi.it e riguarda rifiuti trovati intombati in un campo abbandonato nei pressi del comune di Casamarciano, in provincia di Napoli.

"51 sono i siti in Campania individuati dal Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali come campi a rischio per la coltivazione. Il totale della superficie potenzialmente inquinante ricoprirebbe poco più del 2% del territorio della regione. Da parte di associazioni, comitati e singoli cittadini sono stati esposti 1000 e più dubbi sulla validità di tali studi. Il timore è che le analisi siano state fatte troppo frettolosamente per permettere un’accurata catalogazione di tutti i siti a rischio" premettono gli attivisti.

"Nell’elenco potrebbe rientrare, ma non è l’unico esempio, un campo abbandonato ubicato a Casamarciano nei pressi della Strada Nazionale 7bis - segnalano da Rifiutarsi -. Il suolo non è piano e regolare, ma è caratterizzato da un susseguirsi di collinette, probabilmente generate da precedenti sommovimenti del terreno. Sparsi sulla vi si trovano rifiuti come corde e taniche, le buste di plastica sono diventate ormai un tutt’uno col terreno; ma è al centro del campo che ci troviamo di fronte ad una vistosa anomalia: un’enorme voragine dal diametro di circa 2-3 metri e profonda almeno 3. Probabilmente la voragine è nata in seguito ad uno smottamento del terreno dovuto alle recenti piogge. Osservando le pareti e il fondo del cratere è possibile intravedere, incastrati nel terreno, rifiuti speciali come buste di plastica, big bags industriali, numerosi tubi, chili di mattonelle, tonnellate di scarti edili e pneumatici usurati. Com’è possibile vedere dalle foto, la disposizione a strati alternati di terreno e rifiuti indicherebbe che questi sono stati intombati progressivamente.

Nella zona sono molti i campi sorti su vecchie cave, vecchi pozzi, vecchie buche, riempite nel tempo in maniera più o meno misteriosa, sicuramente illecitamente, e a discapito di ambiente e salute pubblica. Non essendo riusciti a scoprire con certezza cos’altro si trovi nelle profondità di questo campo abbandonato, lanciamo un appello alla Guardia Forestale e alla Procura di Nola affinché indaghino su questo terreno sul cui passato girano fin troppe e sinistre voci".

"Un punto di riferimento che possiamo dare è la pompa di benzina EP Fuel sulla Strada Nazionale 7bis, nel tratto presso il comune di Casamarciano. Andando in direzione Avellino, il terreno si trova sulla destra ed è adiacente al muro dell’area di servizio. Le coordinate geografiche del terreno sono 40°56'34.36"N, 14°33'8.54"E" concludono gli attivisti.

Potrebbe interessarti

  • Tartarughe d'acqua: fuorilegge dal 31 agosto

  • Filumena Marturano è veramente esistita e abitava in Vico San Liborio

  • Napoli e le isole viste dallo Spazio: la foto mozzafiato

  • Smettere di fumare: tutti possono farlo. Ecco come

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Mezze maniche cremose ai pistacchi: primo velocissimo e goloso

  • Rissa nel Vasto, "grida disumane". Un quarantenne finisce in ospedale

  • Amichevole in famiglia in casa Juve, cori contro i napoletani: Sarri fa finta di nulla

  • Tony Colombo, attacco da Borrelli: "Senza casco e sul marciapiede, esempio di inciviltà"

  • ANTEPRIMA - Don Balon: "Il Real offre al Napoli Nacho e James per Koulibaly"

Torna su
NapoliToday è in caricamento