Barriere, cemento e jersey infagottano il Maschio Angioino: "E' troppo"

Il consigliere comunale e Presidente della Commissione Infrastrutture Nino Simeone scrive ad Alessandra Clemente e al Soprintendente La Rocca: "Cambiamo barriere, scegliamone di meno impattanti"

(foto Consigliere Simeone)

Una nuova barriera protettiva è stata posta tra Maschio Angioino e cantiere della metropolitana di piazza Municipio: si tratta di  un connubio di jersey in cemento e reti protettive, una combinazione che agli occhi del consigliere comunale Nino Simeone - e non solo - appare decisamente eccessiva e grossolana. Simeone, presidente della Commissione Infrastrutture e mobilità, ha così deciso di scrivere una lettere all'essessore ai Lavori Pubblici Alessandra Clemente, all'assessore con delega alla metropolitana Carmine Piscopo e al Soprintendente Luigi la Rocca, fissando anche una seduta di commissione sul tema. 

"Facendo seguito a una precedento nota con la quale si manifestavano grosse perplessità relativamente alla installazione dei new jersey di delimitazione del cantiere per i lavori della metropolitana in prossimità del Maschio Angioino, si chiede di verificare se sia possibile utilizzare altre tipologie di barriere che siano meno impattanti dal punto di vista visivo, anche alla luce dell'alta attrattiva turistica dell'intera zona", scrive Simeone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento