Reperti romani venduti su Ebay per 800 euro

L'inserzione, se veritiera, potrebbe celare materiale di provenienza illecita

Ebay

Polemiche per la vendita su EBay di reperti di epoca romana per 800 euro. L’inserzione parla di "manufatti antica Roma, ritrovati in zona Pozzuoli in anfore romane: due statuette alte 12 cm e un piccolo lacrimatoio usato dai Cesari romani".

Il venditore non fa riferimento a un certificato di proprietà, necessario per questo genere di transazioni: da qui il sospetto che l'inserzione, se veritiera, possa celare materiale di provenienza illecita. Una delle statuette raffigurerebbe la dea egizia Iside, il cui culto era molto sentito nella zona flegrea: sicuramente a Cuma, e secondo alcuni studiosi anche nella vicina Puteoli. Ricorda Maria Teresa Moccia Di Fraia, direttrice scientifica del Polo Culturale di palazzo Toledo: "Il culto di Iside era stato portato presso i romani dai mercanti egiziani e successivamente si diffuse in tutta l'area flegrea sicuramente a Cuma, poi fino a Pozzuoli. Attestazioni sono state ritrovate su fiaschette vitree su cui è stata rilevata la scritta, Isium". I reperti in vendita sul web potrebbero essere il frutto di ritrovamenti di tombaroli, molto attivi negli anni passati nell'area puteolana.

Non andrebbe esclusa nemmeno la provenienza dai depositi della soprintendenza che per anni ha tenuto abbandonati decine di reperti prima di passare alla catalogazione. Va anche ricordato che negli anni scorsi a Pozzuoli le forze di polizia durante controlli effettuati in abitazioni private scoprirono che i proprietari custodivano decine di reperti ritrovati nel corso di scavi per la costruzione di nuovi manufatti. Avevano poi conservato per sé i reperti, anche di notevole valore storico-documentario, senza denunciarne il ritrovamento alla soprintendenza archeologica. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento