Un tesoro scoperto in una casa privata a Ischia: c'è una denuncia

I finanzieri hanno trovato 11 reperti archeologici che ora verranno restaurati e poi esposti al pubblico

I finanzieri del Comando Provinciale di Napoli hanno trovato e sequestrato in Napoli 11 reperti archeologici – risalenti a varie epoche – all'interno di una residenza privata di Ischia.

Risalenti ad un periodo che va tra il 400 ed il 1800, annoveravano tra essi colonne e figure mitologiche, coppe intarsiate, scodelle, anfore di ceramica finemente dipinte e perfino una statuetta votiva.

Attualmente a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, saranno successivamente sottoposti, a cura della Soprintendenza Archeologia delle Belle Arti e Paesaggio per l'Area Metropolitana di Napoli, ad un'attenta e precisa perizia tecnica, a restauro, e quindi esposti al pubblico.

Il responsabile, un cittadino italiano, è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per il reato di ricettazione di beni di interesse storico/archeologico di proprietà dello Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento