Due rapine allo stesso autotrasportatore: cugini in manette

Commesse a Casavatore il 15 ed il 21 marzo scorso. Sono stati scoperti grazie alle telecamere

Avevano rapinato lo stesso autotrasportatore per due volte. Alla fine sono stati scoperti e sono finiti in manette. Si tratta di cugini di 29 e 35 anni già in carcere per reati simili. È nella struttura di Poggioreale che gli è stata notificata l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Napoli Nord. I due sono accusati di due rapine commesse il 15 ed il 21 marzo scorso a Casavatore. Prima di entrare nel carcere napoletano, avrebbero messo a segno due colpi ai danni dello stesso autotrasportatore che lavora per un ditta di generi alimentari.

Il camionista aveva presentato denuncia per i due fatti ai carabinieri della stazione locale facendo partire le indagini. Entrambe le rapine avevano lo stesso modus operandi e per questo motivo è stato più facile capire chi fossero gli autori. In entrambi i casi, un giovane era salito a bordo del camion armato di coltello ed aveva portato via l'incasso giornaliero di poche centinaia di euro, scappando poi con un complice a bordo di un'auto. Fondamentali per scoprire gli autori di entrambi i colpi, le telecamere di video-sorveglianza della zona che hanno permesso di risalire all'auto utilizzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento