Investì e uccise i suoi due presunti baby rapinatori: condannato a otto anni e otto mesi

La condanna è per omicidio volontario: per Leonardo Mirti il giudice ha valutato l'attenuante della "provocazione"

La scena ripresa dalla videosorveglianza

Otto anni e otto mesi di carcere. È quanto dovrà scontare Leonardo Mirti per il duplice omicidio di Alessandro Riccio ed Emanuele Scarallo.

La vicenda risale a cinque anni fa. Mirti – all'epoca 29enne – era in auto, una Smart, con la sua fidanzata a Posillipo. Secondo il suo racconto e quello della compagna, Riccio e Scarallo (rispettivamente 17 e 18 anni) li avevano rapinati. Le indagini hanno poi fatto emergere che il conducente della Smart incrociò e riconobbe i due ragazzi su via Manzoni, in sella ad uno scooter, fece inversione di marcia e li inseguì fino ad investirli.

Il video shock dell'investimento

Duplice omicidio volontario quindi, per il quale i giudici hanno valutato l'attenuante della provocazione. A riportare la notizia della condanna è il Mattino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento