Su Fb: "Il mio gioco preferito è guardie e ladri". Rapinatore seriale arrestato

Il 23enne aveva tatuate sul corpo le lettere corrispondenti alle iniziali di un capoclan della zona ritenuto responsabile di efferati omicidi

I carabinieri della Compagnia Castello di Cisterna hanno arrestato un 23enne di Casalnuovo perché ritenuto responsabile di sette rapine e sei furti con strappo. I giovanissimi erano le sue vittime preferite, costosi smartphone i bottini ricercati.

Nel corso delle indagini i carabinieri della Tenenza di Casalnuovo hanno raccolto chiari elementi di prova nei confronti del giovane. Partendo dalla descrizione i militari hanno man mano chiuso il cerchio, ricostruendo episodio dopo episodio la serie di colpi messi a segno.

Nel corso delle indagini non si è potuto non notare la sfrontatezza dell’arrestato sui social, con un profilo pieno di frasi più o meno dirette volte a ostentare la propria indole delinquenziale: “saluto tutta la malavita organizzata”; “il mio gioco preferito è diventato guardie e ladri”. Fino al fotosegnalamento dopo l’arresto, quando i militari, dovendo documentare i tatuaggi, hanno notato lettere corrispondenti alle iniziali di un capoclan della zona ritenuto responsabile di efferati omicidi.

Dopo le formalità di rito, il 23enne è stato accompagnato presso il carcere di Poggioreale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Incidente mortale sulla Domitiana: cresce l'ipotesi di omicidio stradale

    • Cronaca

      Si lancia dal terzo piano: 34enne ricoverato al Loreto Mare

    • Cronaca

      Tenta di uccidere il padre a coltellate: 40enne arrestato

    • Cronaca

      Lite sulla Circumvesuviana, controllore aggredito: finisce in ospedale

    I più letti della settimana

    • Tragico incidente nel napoletano, coinvolta un'intera famiglia: un morto e tre feriti gravi

    • Scomparsa Luigi Celentano, finto avvistamento a Castellammare

    • Infarto in scena per l'attore napoletano Massimo Lopez

    • È morto Pino Giordano, ​prefetto e autore musicale

    • Morte Luca Mancini, intervista alla moglie: "Il dolore più grande è di non poter essere genitori assieme"

    • Carciofi arrostiti in strada addio, blitz delle forze dell'ordine

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento