Picchia una turista e la rapina: algerino dovrà lasciare l'Italia

Già noto per droga e altri reati, è stato condannato a 3 anni e 2 mesi che dovrà scontare a Poggioreale

Una rapina violenta, ai danni di una turista che ha picchiato, poi l'arresto. È la vicenda che ha visto protagonista un algerino 33enne senza fissa dimora già noto per droga e reati contro il patrimonio.

L'uomo è ora in carcere e dopo aver scontato la pena (3 anni e 2 mesi) dovrà lasciare l'Italia. L'aggressione è avvenuta la sera del 30 agosto, quando l'algerino ha picchiato la donna straniera per sottrarle la borsa.

È stato un carabiniere libero dal servizio a bloccarlo, peraltro facendo in modo che un gruppo di persone intenzionate a punire il malvivente si allontanassero.

L'uomo in passato aveva dato alle forze dell'ordine due diverse identità, e si era reso responsabile di una rapina compiuta a Roma (il processo per quell'episodio è fissato a ottobre) e ad un tentato furto aggravato a Napoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento