La polfer arresta tre rapinatori a bordo di un treno: avevano rubato due smartphone

Violenza e minacce ai possessori per rubare i telefoni. Sulla vicenda si esprime il segretario del sindacato di Polizia: "Ogni giorni rischiamo la vita per offrire sicurezza. E il Governo ci mortifica aumentando di 50 euro il nostro contratto"

Ieri il personale della Polizia Ferroviaria di Napoli ha tratto in arresto tre rapinatori che con violenza e minacce si erano impossessati di due smartphone sottraendoli a due ragazzi che viaggiavano a bordo di un treno. Sulla vicenda è intervenuto Giuseppe Raimondi, Segretario Generale Provinciale partenopeo del sindacato indipendente di Polizia COISP, il quale ha dichiarato: “ Innanzitutto esprimo a nome mio e della Segreteria che rappresento, i complimenti ai colleghi che hanno dato l’ennesima dimostrazione di efficienza e professionalità, arrestando tre balordi e dando così risposte certe ai cittadini napoletani affamati di sicurezza. Il tutto a meno di 24 ore dall’ultima umiliazione subìta da parte di un Governo sordo e cieco alle esigenze dei poliziotti che per loro valgono appena 50 euro di aumento mensili dopo oltre 8 anni di blocco totale dei contratti". 

"Cinquanta euro, questo è il valore di un poliziotto per le Istituzioni italiane", continua Raimondi. "50 euro vale la vita di uno di noi, 50 euro vale Nicola Barbato, uno degli ultimi eroi napoletani che con sprezzo del pericolo vive ormai su di una sedia a rotelle, 50 euro valgono le vite dei Carabinieri morti nell’attentato a Nassiriya o dei Militari periti in Afghanistan. Ed è anche per loro, oltre che per i 60 milioni di cittadini italiani, che nonostante le umiliazioni e le mortificazioni per l’elemosina ricevuta, quotidianamente lavoriamo con la massima professionalità per garantire la Sicurezza.Spero che almeno la nostra Amministrazione gratifichi i colleghi che tanto lustro hanno dato con il loro operato.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

Torna su
NapoliToday è in caricamento