Rapinatori imbavagliano e picchiano due coniugi ma lasciano le impronte sulla cassaforte

Nella rapina avvenuta a Massa di Somma sono stati rubati 38mila euro, poi recuperati dai carabinieri che hanno arrestato i malfattori

Carabinieri

I carabinieri della stazione di San sebastiano al Vesuvio hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa per rapina aggravata e lesioni personali ai danni di un 33enne domiciliato a Casalnuovo, attualmente già detenuto per altra causa. il provvedimento restrittivo e’ stato emesso dopo accurate indagini dei carabinieri coordinate dalla procura di Nola per una rapina in una abitazione commessa a Massa di Somma.

L'indagato, armato di pistola e insieme a due complici ancora in via di identificazione, approfittando della temporanea apertura di un cancello elettrico si era introdotto nell’abitazione di una coppia di 65 e 60 anni, immobilizzando i padroni casa alle sedie per poi picchiarli ripetutamente, costringendoli a rivelare l’ubicazione della cassaforte e consegnare le chiavi.

I rapinatori hanno rubato circa 38.000 euro e diversi preziosi. Nel corso del sopralluogo effettuato subito dopo il fatto, sul mobile della cassaforte è stata trovata una impronta digitale che e’ risultata appartenere all’indagato, a carico del quale sono stati inoltre raccolti ulteriori elementi di responsabilità da parte dei carabinieri.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Notizie SSC Napoli

      Sassuolo-Napoli 2-2: gli azzurri sciupano una grande occasione

    • Cronaca

      Lite tra giovanissimi nella zona dei Baretti: un ferito ed un arresto

    • Cronaca

      Strage familiare in Svizzera: morti tre napoletani

    • Incidenti stradali

      Portici, ragazzina investita da un'auto pirata

    I più letti della settimana

    • Tangenziale di Napoli, appalti truccati: 5 misure cautelari

    • Rubavano le auto parcheggiate nel centro commerciale: arrestati

    • Il dramma di Rosa: muore improvvisamente a 15 anni

    • Smantellato il clan Orlando: erano gli eredi di Polverino e Nuvoletta

    • "Ci sono tanti problemi, iniziamo a coprire le buche a Napoli"

    • Strage familiare in Svizzera: morti tre napoletani

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento