Piazza Mazzini, rapina a mano armata nell'ufficio postale: picchiati gli impiegati

I rapinatori sono fuggiti dalle fogne facendo perdere le tracce. Sul posto carabinieri e polizia

Rapina poste piazza Mazzini (Foto Nicola Clemente)

Due rapinatori incappucciati hanno fatto irruzione, alle 8.00 del mattino, nell'ufficio postale di piazza Mazzini, affollato all'interno. "Sono entrati armati con la forza, strattonando una impiegata, asserragliandosi all'interno delle poste", racconta a NapoliToday Ettore Ranieri, presidente del comitato in difesa dei residenti del corso Vittorio Emanuele.

Subito sono intervenute le forze dell'ordine che hanno circondato l'ufficio postale. Sono stati minuti di terrore, sul posto è giunta anche un'ambulanza del 118. Sette impiegati sono stati picchiati dai malviventi e per tre si è reso necessario il trasporto in ospedale.

I rapinatori, dopo aver prelevato il bottino dalla cassaforte (20mila euro), sono poi riusciti a fuggire dalle fogne facendo perdere le proprie tracce.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ucciso per errore dai killer, arresti per l'omicidio di Giovanni Galluccio

  • Cronaca

    De Iesu nominato Prefetto con funzioni di vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza

  • Attualità

    BBC World News nella redazione di NapoliToday: focus su criminalità e politica

  • Cronaca

    Chiede i soldi per la cocaina e l'affidamento della figlia neonata

I più letti della settimana

  • Tina Colombo non è più incinta: "Purtroppo ho perso il bambino"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 20 al 24 maggio

  • Si lancia dal ponte della tangenziale e muore a piazza Ottocalli

  • Piogge e temporali su Napoli e Campania: scatta l'allerta meteo della Protezione Civile

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 20 al 24 maggio

  • Incidente stradale in via Diocleziano: un morto e tre feriti

Torna su
NapoliToday è in caricamento