Rapina in gioielleria a Somma Vesuviana, il titolare disarma i rapinatori e li mette in fuga

Ieri mattina il gioielliere è stato vittima di una tentata rapina nel suo negozio: due giovani, poi identificati, hanno cercato di impossessarsi di gioiello e denaro puntando l'arma. L'uomo li ha disarmati e messi in fuga. Oggi i due sono stati arrestati

(foto di repertorio)

La mattina di giovedì 23 maggio G.R. (24 anni) e B.R. (33 anni), entrambi di Scampia e già noti alle forze dell’Ordine, sono entrati in una gioielleria in via Gobetti a Somma Vesuviana e hanno tentato di perpetrare una rapina. Avevano il volto coperto e minacciarono il gioielliere con una pistola con l’intenzione di impossessarsi di gioielli e del denaro nella cassa. Nonostante lo spavento il commerciante è riuscito a disarmare uno dei malviventi e a mettere in fuga entrambi.

Sul posto sono giunte per le indagini i Carabinieri della Stazione di Somma Vesuviana che nell’immediatezza hanno rinvenuto e sequestrato l’arma e l’auto usate dai rapinatori: una semiautomatica con matricola abrasa trovata a terra lungo la via di fuga e una Fiat 500 risultata rubata in provincia di Caserta e ritrovata bruciata nei pressi di Casal di Principe. I militari li hanno identificati a partire da immagini prese da impianti di videosorveglianza e a servizi di controllo sul territorio. Nei loro confronti hanno oggi dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal GIP di Nola su richiesta della locale Procura per tentata rapina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo le formalità di rito sono stati tradotti ai domiciliari

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

  • Igiene orale e difese immunitarie: qual è la connessione?

  • Coronavirus, il bel gesto del portiere napoletano Sepe: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

Torna su
NapoliToday è in caricamento