Rapina l'ex compagna e poi la getta giù dall'auto insieme alla figlia piccola: arrestato

In manette, a Casalnuovo, un 30enne già noto alle forze dell'ordine. Aveva rubato alla ragazza 2mila euro ed un paio di orecchini

La lite furibonda, poi una rapina, infine la violenza: ha gettato l'ex compagna giù dalla sua auto insieme alla figlia piccola, di solo un anno.

È la vicenda che è costata, a Casalnuovo, l'arresto ad un 30enne del posto già noto alle forze dell'ordine. È stata la ragazza, 29 anni, a chiamare i carabinieri.

Il compagno le aveva rapinato 2mila euro e gli orecchini, per poi spingerla fuori dall’auto in movimento insieme alla figlia. Successivamente il 30enne le si era di nuovo avvicinato per impossessarsi del cellulare con cui stava contattando il 112, questa volta non riuscendo nella rapina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto i carabinieri non hanno trovato il violento, messo invece poi in manette nella sua abitazione. Il bottino è stato restituito alla vittima, intanto medicata per escoriazioni varie giudicate dai sanitari guaribili in sette giorni. L'uomo arrestato è stato condotto in carcere a Poggioreale in attesa di processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

  • Coronavirus, due nuovi decessi in Campania: i nuovi casi tutti a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento