Si copre il volto con una busta nera e punta un coltello alla gola di un passante

Il fatto è accaduto in via Giacinto Gigante

Nella serata di sabato, intorno alle 22.30, in via Salvator Rosa si aggirava un 43enne potenzialmente pericoloso. Si tratta di un uomo del quartiere Vomero, già noto alle forze dell’ordine.

Il 43enne camminava nascondendo addosso un coltellino con una lama di 5 centimetri e una dose di cocaina. L'uomo è stato notato dai Carabinieri della compagnia Vomero impegnati in un servizio antirapina. Fermato e perquisito, è stato identificato e denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

Approfondendo gli accertamenti è emerso che quell’uomo, il 18 settembre scorso, poco dopo la mezzanotte, in via Giacinto Gigante aveva perperato una rapina, coprendosi il volto con un busta nera bucata in corrispondenza degli occhi e puntando un coltello alla gola di un passante.

La vittima, dopo la rapina, è fuggita senza chiedere aiuto alle forze dell’ordine né ha sporto denuncia. I Carabinieri sono venuti a conoscenza del fatto grazie alle confidenze di alcuni residenti mossi dal senso civico e così è stato comunque possibile iniziare ad indagare, arrivando a scoprire l’autore del fatto. Per attribuire all’uomo una condotta precisa e perseguire il reato più efficacemente, però, manca la denuncia della vittima. L'auspicio è che la vittima si presenti ai Carabinieri della compagnia Vomero, nello spirito della collaborazione e della fiducia tra forze dell’ordine e cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

Torna su
NapoliToday è in caricamento