Rapinato e ferito il "ragazzo della spesa": l'indignazione sui social

È attraverso un post che sua cognata ha reso nota la vicenda: Gianni è rimasto vittima di un tentativo di rapina in vico Neve a Materdei intorno alle 23 di ieri

Sta facendo il giro dei social network il post di una ragazza che riporta quanto accaduto nella serata di ieri a suo cognato. Una spaventosa rapina a mano armata in cui la vittima, Gianni, è rimasto ferito al collo da una coltellata.

"Domenica 2 dicembre, appena le 23 in vico Neve a Materdei – scrive l'autrice del post virale – Rapina andata male perchè mio cognato Gianni non aveva niente con sé". "Quale progresso? Quale civiltà? Cosa dovrei amare di questo quartiere così degradato? La polizia nel quartiere Sanità dove c***o sta?", è lo sfogo dell'autrice del post.

"Nel 2018 – prosegue – aggredito mentre rientra a casa appena alle 23 di domenica sera...Non è un dograto, non è un ladro, non uno scapestrato, semplicemente un vero bravo ragazzo che con umiltà fa il garzone".

"'Porta le spese' si dice – va avanti la cognata della vittima – sì perché a Napoli non è vero che puoi solo rubare, a Napoli se nasci in una famiglia onesta, ti circondi di gente onesta, puoi scegliere di vivere anche con umiltà una vita onesta; peccato che gli onesti non sono tutelati; gli onesti so 'e "frat ro c***", gli onesti alle 23 di sera di una tranquilla domenica possono vedere la morte sfiorarli...nella totale ASSENZA DELLE ISTITUZIONI".

Tantissimi i commenti di indignazione per quanto accaduto, e di solidarietà al ragazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento