Ragazzo accoltellato in discoteca, la proposta: "Metal detector agli ingressi"

La proposta arriva dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, che commenta l'accoltellamento di un ragazzo all'uscita da una discoteca di via Coroglio. Ora il ragazzo è in terapia intensiva

(foto di repertorio / Ansa)

“L’accoltellamento di un 20enne in una discoteca di via Coroglio, avvenuto nella notte tra sabato e domenica, rappresenta l’ennesimo capitolo di una spirale di violenza nei locali notturni che non sembra avere fine. Un problema che perdura da anni e che rende insicuri dei luoghi che dovrebbero rappresentare un luogo di svago e non un Far West. Troppo spesso i violenti si fronteggiano in pista impugnando lame o addirittura armi da fuoco. I buttafuori fanno il possibile per contenere tali fenomeni ma, ovviamente, non riescono a far fronte ai focolai improvvisi di violenza che, in alcuni casi, si consumano in pochi minuti”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

Per fare in modo che le discoteche tornino ad essere dei luoghi sicuri abbiamo deciso di lanciare una petizione per chiedere l’installazione dei metal detector in corrispondenza degli ingressi. Concordiamo con la madre del ragazzo accoltellato quando afferma che rappresentano la migliore soluzione per fare fronte al problema. Dotando il personale di tali dispositivi si potrà evitare l’introduzione di coltelli e armi da fuoco che, troppo spesso, vengono usati per offendere”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento