Ragazzina pestata da altre coetanee all'esterno di un centro commerciale

Un gruppo di minorenni ha accerchiato e picchiato con violenza una coetanea all'esterno di un centro commerciale di Casoria

Una violenza inaudita e spaventosa se si pensa che a generarla sono un gruppo di ragazzine minorenni. Sono le protagoniste dell'aggressione di cui è rimasta vittima una loro coetanea all'esterno di un centro commerciale di Casoria. La giovanissima è stata accerchiata e picchiata con violenza a turno dal gruppo di ragazze, probabilmente per una lite per futili motivi. Decine di adolescenti sono rimasti lì a guardare e a riprendere con i cellulari invece di intervenire. Alcuni incitavano manco fossero in un'arena. 

La violenza è stata ripresa con un telefonino da altri giovanissimi presenti sul posto e il video sta facendo il giro del web. In pochi minuti è stato condiviso in diversi gruppi Whatsapp e le immagini sono davvero agghiaccianti. Le forze dell'ordine stanno acquisendo le immagini per condurre velocemente le indagini. Sul caso si è espresso anche il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli che ha condannato la violenza. 

Le parole di Borrelli 

"Botte da orbi fra ragazzine. La segnalazione che ci è arrivata ci lascia a bocca aperta. Un folto gruppo di adolescenti  ha accerchiato una ragazzina che è stata picchiata con una violenza e una brutalità impressionanti. Un agguato in piena regola. E pensare che a metterla in pratica siano adolescenti fa venire i brividi. È il segno che non esistono più freni, non esistono più limiti. La cultura della violenza, spesso acquisita in famiglia, prende il sopravvento e crea generazioni di incivili e delinquenti. Abbiamo deciso di segnalare il video alle forze dell`ordine. Chiediamo che vengano visionate le telecamere del parco commerciale e individuate le ragazzine responsabili dell'aggressione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La condanna del Multibit Uci cinema

In un primo momento era circolata l'ipotesi secondo cui l'aggressione era avvenuta all'esterno del cinema cittadino. È arrivata immediata la condanna dell'episodio da parte degli imprenditori che hanno specificato: “Tale episodio non è accaduto presso l'UCI Cinema ma presso l'area parcheggio di un supermercato. Con questo non voglio dire che non potrebbe succedere anche presso l'UCI ma almeno, presso il nostro centro è sempre presente un servizio di vigilanza che prontamente, al verificarsi di episodi simili, interviene e scongiura il peggio”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento