Ragazzina sotto choc al pronto soccorso: "Aggredita da sconosciuti"

L'episodio è avvenuto la scorsa notte ai Quartieri Spagnoli. I carabinieri stanno indagando sulla versione che è stata loro fornita dalla vittima, una 17enne, e dai suoi genitori

Inquietante episodio, la scorsa notte, nel centro storico di Napoli. Una ragazza di 17 anni si è presentata al pronto soccorso dell'ospedale Pellegrini denunciando di essere stata aggredita in strada da un gruppo di sconosciuti.

La minorenne è stata accompagnata nel nosocomio dai genitori. Ai carabinieri ha raccontato che si trovava a piedi lungo vico Primo Gravina ai Quartieri Spagnoli, quando è stata avvicinata da quattro persone, tre donne e un uomo. Quest'ultimo, senza motivo, l'avrebbe violentemente picchiata.

Al pronto soccorso i sanitari le hanno riscontrato, oltre a un grave stato di choc, contusioni ed escoriazioni alla schiena, al torace e a un ginocchio, con una prognosi di 15 giorni. I carabinieri indagano sulla vicenda, per trovare riscontri alla versione fornita dalla vittima ed identificare gli aggressori.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Nella scuola sapevano tutti": novità sull'omicidio del piccolo Giuseppe

  • Cronaca

    Il piccolo Alex è guarito: arriva l'annuncio 4 mesi dopo l'intervento

  • Cronaca

    Parco del Vesuvio, l'appello del Presidente dell'Ente ai vacanzieri: "Rispettate l'ambiente"

  • Economia

    Reddito di cittadinanza: Napoli prima in Italia per richieste accolte

I più letti della settimana

  • Successo per Made in Sud: prolungato per altre tre puntate

  • Test di gravidanza positivo per un 64enne napoletano: l'allarmante vicenda

  • Compra 4 biglietti Napoli-Milano e cambia più volte data e ora: alla partenza del treno trova la Polizia

  • Tragedia sull'Aurelia, muore noto medico campano

  • Napoli-Arsenal, dove vedere la partita: non ci sarà diretta in chiaro

  • Piazza Garibaldi, ragazza urla all'uscita della Metropolitana: arriva la Polizia

Torna su
NapoliToday è in caricamento