Cutolo chiede di morire: “Voglio l'iniezione letale”

Il boss della Nco non sopporta di non poter più abbracciare la figlia Denise

Continua il calvario di Raffaele Cutolo in carcere. Il boss della Nuova camorra organizzata recluso al 41bis in pessime condizioni di salute sta per ricevere l'ennesima mazzata. È prevista dalla legge che regola il carcere duro e riguarda sua figlia Denise. La bambina compirà a breve 12 anni di età e da quel momento non potrà più abbracciare il padre ma potrà vederlo solo dall'altra parte di un vetro divisorio come accade per gli adulti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniezione letale 

Per questo motivo Cutolo avrebbe fatto una richiesta estrema al suo avvocato. “Tra pochi mesi non potrò più abbracciarla, preferisco un'iniezione letale” avrebbe detto il boss così come riporta Repubblica in edicola questa mattina. L'unico suo pensiero è la bambina e non poterla più vedere potrebbe essere un dolore letale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • De Luca: “L'epidemia è dietro l'angolo. Noto un pericoloso rilassamento”

Torna su
NapoliToday è in caricamento