"Paga o ti spariamo due botte": racket di Ferragosto al cimitero

Tre persone sono state arrestate dai carabinieri della compagnia Castello di Cisterna, presunti esponenti di spicco del clan 'Piscopo-Gallucci'

Racket di Ferragosto a Casalnuovo. Tre persone sono state arrestate dai carabinieri della compagnia Castello di Cisterna, presunti esponenti di spicco del clan 'Piscopo-Gallucci'. Chiedevano tangenti ad una ditta impegnata in servizi cimiteriali e polizia mortuaria.

Chiare le minacce: "Qui ci siamo noi. Ci devi dare 1500 euro per adesso. Dobbiamo mantenere più di 50 famiglie in carcere. Se non paghi ti facciamo chiudere, ti spariamo due botte". In tre sono ritenuti responsabili di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

I militari in borghese hanno assistito alla richiesta della tangente e alle pesanti minacce rivolte alla ditta appena subentrata nella fornitura dei servizi. Immediato l'intervento e l'arresto.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Paura alla Sanità, spari contro la vetrina di Poppella

    • Cronaca

      Tiziana Cantone, il legale: "Proveremo a eliminare immagini e video osceni"

    • Cronaca

      Crisi respiratoria: la polizia municipale salva un neonato

    • Cronaca

      Tentata rapina, operaio ferito con colpi d'arma da fuoco

    I più letti della settimana

    • La nuova folle moda delle baby gang napoletane: pistola in faccia, ma non per rapina

    • Bare abbandonate nel cimitero di Poggioreale: "È un'offesa"

    • Luigi, scomparso da Meta di Sorrento: "Torna, hai diritto di vivere nella tua città"

    • Quattro anni e mezzo allo stalker di Quagliarella: "Giustizia è fatta"

    • Crollo in via dei Mille, tre operai schiacciati da una lastra di marmo

    • Allarme meningite, un caso al Maresca: chiuso il pronto soccorso

    Torna su
    NapoliToday è in caricamento