Castellammare, la pubblicità è troppo sexy. Il parroco protesta

Una casa di abbigliamento femminile mette in mostra il corpo nudo di una giovane avvolto dalle spire di un serpente. Chiaro il richiamo al personaggio biblico di Eva, la prima donna cacciata dal paradiso terrestre

La pubblicità sotto accusa

Ancora una volta una pubblicità sotto accusa. Siamo a Castellammare ove, come racconta il quotidiano Metropolis, a far innervosire don Michele Di Martino, parroco della Chiesa del Carmine, è la scelta di una casa di abbigliamento femminile.

L'idea: far apparire nella loro campagna una giovane con i seni coperti solo dai lunghi capelli bruni, le parti intime nascoste da una mela. Il corpo, nudo, avvolto dalle spire di un serpente. Per il religioso, il richiamo al personaggio biblico di Eva, la prima donna cacciata dal paradiso terrestre per avere disobbedito al Dio creatore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come ha spiegato don Michele Di Martino ai fedeli durante l’omelia di domenica: "Non sono un bacchettone, ma quell’immagine l'ho trovata davvero inappropriata e fastidiosa. Possiamo fare tutti i discorsi educativi che vogliamo, ma se poi quello è il messaggio che una ragazzina si ritrova davanti agli occhi, come la mettiamo?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Lutto in Prefettura, muore 65enne nel giorno del suo compleanno

Torna su
NapoliToday è in caricamento