Teatro Trianon, protesta ad oltranza dei lavoratori

“Bloccheremo tutti gli spettacoli finché non potremo incontrare Caldoro”, spiegano. La struttura, di cui la Regione è socio di maggioranza, potrebbe essere messa all'asta

Trianon

Prosegue la protesta dei lavoratori del Trianon, sostenuti dai sindacati di categoria Slc-Cgil e Uilcom-Uil e da Sgc, il Sindacato dei Giornalisti della Campania. I dipendenti hanno scioperato nel weekend bloccando i due spettacoli programmati. I manifestanti sabato hanno ricevuto la solidarietà dei Beatbox, gli artisti ospiti, che hanno comunque eseguito alcuni brani al di fuori della struttura.

Bloccheremo anche i prossimi spettacoli – minacciano i lavoratori – fin quando non ci riceverà Stefano Caldoro, presidente della Regione e socio di maggioranza del teatro, per spiegare a noi e alla collettività come evitare la privatizzazione gratuita di un bene pubblico”. “È la prima volta in assoluto che scioperiamo in undici anni di attività – spiegano i dipendenti – e questa protesta è l'unica arma che abbiamo”.

“Per mesi abbiamo accolto con fiducia e speranza le promesse del presidente Maurizio D'Angelo e del consigliere Luigi Rispoli – denunciano – ma ora, davanti alla nuova vendita all'asta, è tempo di agire”.

Potrebbe interessarti

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

  • Ragno violino: come difendersi e cosa fare in caso di morso

  • Cardarelli: presto visite ed esami si prenoteranno nella farmacia vicino casa

  • Come eliminare la puzza dal tuo bidone della spazzatura

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 15 al 19 luglio 2019

  • Orrore San Gennaro Vesuviano, la ricostruzione dalla tragedia

Torna su
NapoliToday è in caricamento