"No allo sgombero o ci lanciamo nel vuoto": protesta degli occupanti di piazza Miraglia

Stamane alcuni tecnici si erano recati sul posto per staccare la corrente a causa di alcuni allacci ritenuti pericolosi

La protesta, foto Ansa

Tensione, stamattina, in piazza Miraglia. Una squadra di tecnici sostenuta dalle forze dell'ordine ha provato a staccare l'elettricità nell'edificio da due anni occupato da alcune famiglie napoletane.

Il distacco era motivato dalle condizioni degli allacci, definiti vetusti e insicuri.

Secondo gli occupanti sarebbe stato però il preludio al loro sgombero, e hanno fatto partire la protesta. Alcuni si sono infatti sporti dalle finestre dell'edificio miacciando di lanciarsi nel vuoto e invitando i turisti a fotografare. Fotografate "questa immagine di ingiustizia" della città di Napoli, hanno urlato ai passanti.

Emerganza case, parlano gli occupanti di piazza Miraglia

La consigliera comunale di maggioranza Eleonora de Majo, giunta sul posto con il presidente della municipalità, ha spiegato che visto lo stato degli impianti il Comune potrebbe farsi carico dei lavori necessari a mettere in sicurezza le diverse famiglie presenti nell'edificio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Donna trovata morta, legata e imbavagliata: ipotesi rapina

  • Attualità

    Ecco le città in cui il clima rende la vita migliore: Napoli solo 43esima

  • Cronaca

    Pugni in faccia alla compagna: arrestato 51enne

  • Cronaca

    Macchia scura a Lago Patria: "Schiaffo ad un luogo di straordinaria bellezza"

I più letti della settimana

  • Violenza sul lungomare, maxi rissa davanti ai bambini

  • Gioca 1 euro su cinque numeri: vinto un milione di euro a Volla

  • Ritrovata Alessia Ciccone, era in un appartamento a Nola

  • Gennaro Rega si spegne giovanissimo, lutto a Brusciano

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 25 al 29 marzo

  • Spaventoso incendio a Castellammare, in fiamme azienda di cosmetici

Torna su
NapoliToday è in caricamento