Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

I Bros minacciano: "Denunciamo la Regione Campania"

 

Precari Bors, una storia infinita. Davanti all'Isola A 6 del Centro direzionale, una delle sedi della Regione Campania, è andata in scena l'ennesima puntata di una telenovela lunga vent'anni. Un centinaio di disoccupati che hanno partecipato al percorso Bros ha protestato perché nelle ultime settimane solo una parte delle 3.300 persone iscritte in elenco sono state chiamate per sostenere i colloqui con aziende che poi dovrebbero assumerli. 

"Non capiamo i criteri con cui sono state selezionate alcune persone e noi no - dichiara Loredana - Siamo in regola con tutti i requisiti, abbiamo compilato il libretto informativo e ci siamo iscritti sulla pagina virtuale dedicata a noi. Nonostante questo non siamo stati convocati".

Secondo fonti non ufficiali, i disoccupati che hanno già sostenuto il colloquio sono più di 800. C'è anche chi è convinto che sia in atto una discriminazione: "Sono state privilegiate le persone iscritte alle liste politiche. Infatti chi è rimasto fuori non è iscritto a nessuna lista". I Bros hanno incontrato, nel primo pomeriggio, anche il vicepremier Luigi Di Maio che ha promesso loro di interessarsi della vicenda e dare risposte entro pochi giorni. 

Intanto, sono gli stessi manifestanti a dare un ultimatum alla Regione: "Aspettiamo fino a venerdì - afferma Maurizio - affinché tutti i Bros vengano convocati per i colloqui. Se ciò non dovesse succedere, siamo pronti a presentare una denuncia alla Procura della Repubblica". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento