Non è ancora Capodanno, ma c'è già il primo ferito per i botti: "Mano devastata"

La postazione 118 di Pianura è intervenuta per soccorrere un uomo napoletano che, nei pressi della Cumana di Agnano, ha raccolto un petardo che gli è esploso in mano. Corsa disperata in ospedale

Il primo ferito per i botti di Capodanno è un uomo napoletano, soccorso dal 118 nei pressi della stazione Cumana di Agnano. La vittima ha raccolto un petardo in strada, e l'esplosione gli ha "devastato la mano", come racconta l'associazione di personale sanitario 'Nessuno tocchi Ippocrate'. L'ambulanza, arrivata dalla postazione 118 di Pianura, ha trasportato il ferito all'ospedale Pellegrini.

L'uomo ha riportato gravi ferite alla mano e la corsa in ospedale è stata repentina, per scongiurare l'amputazione. Continua intanto la campagna di sensibilizzazione dell'associazione Nessuno Tocchi Ippocrate: "Vi invitiamo a spegnere i fuochi e accendere il cervello”, recita lo slogan. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

Torna su
NapoliToday è in caricamento