Non è ancora Capodanno, ma c'è già il primo ferito per i botti: "Mano devastata"

La postazione 118 di Pianura è intervenuta per soccorrere un uomo napoletano che, nei pressi della Cumana di Agnano, ha raccolto un petardo che gli è esploso in mano. Corsa disperata in ospedale

Il primo ferito per i botti di Capodanno è un uomo napoletano, soccorso dal 118 nei pressi della stazione Cumana di Agnano. La vittima ha raccolto un petardo in strada, e l'esplosione gli ha "devastato la mano", come racconta l'associazione di personale sanitario 'Nessuno tocchi Ippocrate'. L'ambulanza, arrivata dalla postazione 118 di Pianura, ha trasportato il ferito all'ospedale Pellegrini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo ha riportato gravi ferite alla mano e la corsa in ospedale è stata repentina, per scongiurare l'amputazione. Continua intanto la campagna di sensibilizzazione dell'associazione Nessuno Tocchi Ippocrate: "Vi invitiamo a spegnere i fuochi e accendere il cervello”, recita lo slogan. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • De Magistris: "Se i contagi fossero stati concentrati al Sud ci avrebbero murati vivi"

  • Frecce tricolori a Napoli: le immagini spettacolari

Torna su
NapoliToday è in caricamento