Non è ancora Capodanno, ma c'è già il primo ferito per i botti: "Mano devastata"

La postazione 118 di Pianura è intervenuta per soccorrere un uomo napoletano che, nei pressi della Cumana di Agnano, ha raccolto un petardo che gli è esploso in mano. Corsa disperata in ospedale

Il primo ferito per i botti di Capodanno è un uomo napoletano, soccorso dal 118 nei pressi della stazione Cumana di Agnano. La vittima ha raccolto un petardo in strada, e l'esplosione gli ha "devastato la mano", come racconta l'associazione di personale sanitario 'Nessuno tocchi Ippocrate'. L'ambulanza, arrivata dalla postazione 118 di Pianura, ha trasportato il ferito all'ospedale Pellegrini.

L'uomo ha riportato gravi ferite alla mano e la corsa in ospedale è stata repentina, per scongiurare l'amputazione. Continua intanto la campagna di sensibilizzazione dell'associazione Nessuno Tocchi Ippocrate: "Vi invitiamo a spegnere i fuochi e accendere il cervello”, recita lo slogan. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Boato in un appartamento, esplode bombola: ferito 30enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento