Presunto prete pedofilo a Ponticelli, il Papa riapre il caso

Bergoglio vuole un approfondimento del dossier, anche alla luce delle nuove dichiarazioni della vittima di presunti abusi

Papa Francesco

La richiesta è venuta direttamente da Papa Francesco: riaperto il caso del prete di Ponticelli che era stato accusato di pedofilia. Il Pontefice, vuole capire se le indagini – ad opera prima della Curia partenopea e poi in Vaticano, ed archiviate nel 2016 – siano state fatte accuratamente.

Bergoglio vuole un approfondimento del dossier, anche alla luce delle nuove dichiarazioni della vittima di presunti abusi, l'ora 40enne Arturio Borrelli. L'uomo ha denunciato il parroco della sua zona, che avrebbe abusato di lui quando era adolescente, 13 anni.

"Ero dominato dalla sua personalità, lusingato da questa amicizia. Quando succedeva ero impietrito – ha dichiarato al Mattino – all'epoca non ne parlai con nessuno per vergogna". Diventato marito e padre, andò dallo psicoterapeuta per gli attacchi di panico che lo affliggevano. Lì emersero i traumi della sua adolescenza. Ne sono seguite denunce, in prescrizione quella fatta ai carabinieri, archiviata quella alla diocesi napoletana.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lavori stradali, stanziati 533 milioni dalla Regione

  • Cronaca

    Piazza del Plebiscito, il giuramento degli Allievi della Nunziatella/FOTO

  • Cultura

    Alessandro Gassmann cittadino onorario di Napoli: il 17 dicembre il conferimento

  • Cronaca

    Fa pipì per strada: 25enne accoltellato alla schiena

I più letti della settimana

  • Ragazzo ferito negli scontri, il padre risponde a Salvini: "Fiero di mio figlio"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 12 al 16 novembre 2018

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 19 al 23 novembre: matrimonio in arrivo?

  • "Sarà la più bella del mondo": svelati i dettagli della stazione metro Duomo

  • Metro Mergellina, si lancia contro un treno: muore sul colpo

  • Paura per Carmelo Zappulla, i familiari: "Ci hanno riferito che rischia la vita"

Torna su
NapoliToday è in caricamento