Ramadan, migliaia in preghiera a piazza Garibaldi: "A Napoli la diversità è una risorsa"

Per un giorno, la piazza davanti alla Stazione Centrale è diventata una moschea per accogliere i numerosissimi fedeli provenienti anche dalla provincia partenopea. Molti i napoletani che hanno assistito, curiosi, alla funzione

Ramadan in piazza Garibaldi, foto Ansa d'archivio

In migliaia si sono incontrati stamane in piazza Garibaldi. I musulmani cittadini hanno celebrato con la preghiera la fine del Ramadan in una piazza colorata e gremita. "Siamo un popolo di mille colori - è il messaggio lanciato dai rappresentanti della comunità musulmana partenopea - qui a Napoli la diversità è una risorsa".

"Abbiamo aggiunto il tricolore sullo striscione della nostra comunità - ha detto Massimo Cozzolino, imam di una delle comunità islamiche napoletane, durante il discorso di preparazione alla preghiera - perché rivendichiamo forte la nostra appartenenza a questa terra ed in particolare a questa città che ha una storia di accoglienza e fratellanza".

Per un giorno, la piazza davanti alla Stazione Centrale è diventata una moschea per accogliere i numerosissimi fedeli provenienti anche dalla provincia partenopea.

"Qui c'è interazione oltre l'integrazione - è stato l'intervento di Haret Amar, giovane rappresentante della comunità - e vedere i fedeli, mai così tanti, in preghiera con l'imponenza del Vesuvio a fare da sfondo è veramente commovente e mi fa piacere che a sottolinearlo siano anche io commenti di tanti napoletani che si sono fermati ad assistere alla preghiera".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

Torna su
NapoliToday è in caricamento