Il fenomeno della pizza sospesa arriva negli Stati Uniti

L'iniziativa è del pizzaiolo Salvatore Di Scala, proprietario del ristorante "Naples 15", tra i pochi che usano il forno a legno e gli ingredienti della tradizione culinaria napoletana

Pizza

Dopo il caffè e il pane sospeso si affaccia all'orizzonte un nuovo fenomeno: quello della pizza sospesa negli Stati Uniti.

In sostanza: i clienti più facoltosi consumano una pizza ma ne pagano due (il costo della pizza da donare è scontato del 50%,) offrendo la successiva ad un cliente casuale che non può permettersi di pagarla.

Madison nel Wisconsin: ad aver adottato la pizza sospesa è il pizzaiolo partenopeo Salvatore Di Scala, proprietario del ristorante "Naples 15", tra i pochi in loco che usano il forno a legno e gli ingredienti della tradizione culinaria napoletana.

Di Scala vanta numerose esperienze lavorative in ristoranti e pizzerie a Napoli, Ischia e in Francia e sta riscuotendo un buon successo nel campo gastronomico negli Stati Uniti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lavoratori Gestioncar, lettera di licenziamento dalla sede che non esiste

  • Cronaca

    Lanciano sassi contro un treno: ragazza colpita al volto

  • Notizie SSC Napoli

    Napoli, Ancelotti ci crede: "C'è fiducia e convinzione. Non aspetteremo il Liverpool"

  • Cronaca

    Hitler a San Gregorio Armeno, la condanna della Federazione Italia-Israele

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 10 al 14 dicembre: la verità sull'omicidio è vicina

  • Galleria Umberto, spunta un secondo albero di Natale "a prova di baby gang"

  • Rapina a Montesanto, salumiere ha un malore e muore: è caccia ai due malviventi

  • Apre a Napoli ClioPopUp: lunghe file a Chiaia/FOTO

  • L'Oroscopo di Franko Angelone: settimana dal 10 al 16 dicembre

  • Scossa di terremoto: tremano le province di Napoli e Salerno

Torna su
NapoliToday è in caricamento