"Ospedali al collasso, non ci sono barelle": l'appello

L'associazione Nessuno tocchi Ippocrate denuncia la "saturazione insostenibile" nei nosocomi partenopei, alle prese con l'emergenza influenza

Caos barelle: immagine d'archivio (foto Clemente)

"La situazione pronto soccorso partenopei è al collasso, non ci sono barelle". Con questo perentorio messaggio si apre l'ultimo post dell'associazione Nessuno tocchi Ippocrate.

"Alle soglie del picco influenzale la situazione dei nosocomi partenopei è caratterizzata da una saturazione insostenibile, non ci sono barelle e le persone sono ricoverate in ogni dove - prosegue la pagina - Addirittura le barelle delle ambulanze 118 vengono trattenute per ore ed ore dal personale del pronto soccorso proprio perché non c’è altro posto dove far distendere i pazienti".

L'appello è a non affollare i pronto soccorso o telefonare al 118 nel caso di semplici influenze. L'invito è invece quello di rivolgersi al "vostro medico di base", oppure nel caso non fosse in servizio contattare l’ex guardia medica. "Possono esservi di aiuto, non esitate a contattarli! - conclude Nessuno tocchi Ippocrate - Il pronto soccorso, come il 118 ,sono a vostra disposizione per una emergenza, febbre, vomito e diarrea non sono emergenze e possono essere gestite tranquillamente a casa".

Potrebbe interessarti

  • Capri, in vendita casa da sogno con meravigliosa vista sul Golfo

  • Ogni quanto bisogna lavare le lenzuola e perché

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Il fiore delle streghe: come riconoscere la pianta assassina e perché è pericolosissima

I più letti della settimana

  • Tony Colombo elogia i piatti preparati dalla moglie Tina: "Donne italiane, curate i vostri mariti"

  • Il noto attore di Un Posto al Sole schiaffeggiato alla fermata del bus: il racconto

  • Grave incidente sulla Tangenziale di Napoli, morto uno dei due feriti

  • Scuse di D'Alessio e D'Angelo: la parodia di Palma e Cicchella è virale

  • Bambino investito da un'auto: è grave

  • Professore morto suicida, la lettera di una sua ex alunna

Torna su
NapoliToday è in caricamento