Sputi, minacce e violenze sui genitori: lo denuncia la sorella

Nuovo caso di violenze familiari, questa volta a Sant'Antimo. All'uomo, 38 anni, è stato notificato ieri dai carabinieri il divieto di dimora nel suo comune e quello di avvicinamento ai familiari

Trentotto anni, di Sant'Antimo, gli è stato notificato ieri dai carabinieri il divieto di dimora nel suo comune e quello di avvicinamento ai familiari.

Già noto alle forze dell'ordine, l'uomo sarebbe responsabile di maltrattamenti in famiglia.
A sporgere denuncia contro di lui è stata la sorella 36enne.

I carabinieri hanno accertato che “verosimilmente a causa della sua dipendenza dall’alcool”, il denunciato da tempo chiedeva denaro a sorella e genitori (67 e 68 anni, entrambi malati), con violenze e minacce.

Secondo quanto emerso dalle indagini, le vittime erano assoggettate a “costanti violenze psicologiche e fisiche, come sputi, percosse e umiliazioni”.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Dramma in vacanza a Mykonos, muore napoletano di 22 anni

  • Morto durante il viaggio di nozze, la moglie: "Non inviate più soldi"

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Tragedia all'isola d'Elba: napoletano trovato morto nella casa in cui era in vacanza

Torna su
NapoliToday è in caricamento