La moglie vuole trovarsi un lavoro, lui la picchia e poi tira fuori una sciabola

L'uomo, un 27enne già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai Carabinieri

Un 27enne di Giugliano in Campania, già noto alle forze dell’ordine, ha litigato con la giovane moglie perché lei aveva manifestato la volontà di trovarsi un lavoro.

L'uomo l’ha aggredita a schiaffi e pugni fino a quando lei è riuscita a divincolarsi e ad afferrare un coltello da cucina, con cui voleva difendersi. Per tutta risposta il 27enne ha tirato fuori una sciabola che teneva in casa e si è parato davanti esclamando: "Se proprio vuoi ammazzarmi, ammazzami con questa!". 

Dopo pochi istanti la donna è riuscita comunque ad afferrare il telefono e a chiamare il 112. A intervenire nell’abitazione della coppia nel giro di qualche minuto, i Carabinieri della stazione di Varcaturo, i quali hanno immediatamente arrestato il 27enne e sequestrato la sciabola.

Approfondendo la situazione familiare, i militari hanno appurato che episodi simili si verificavano da circa un anno coinvolgendo anche i figli dei due, ma la donna finora non aveva mai denunciato nulla.

L’arrestato, che dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, adesso è in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento