"Non vuole indossare il burqa": 28enne picchiata e maltrattata dal marito

La 28enne ha raccontato di essere stata vittima di condotte violente e vessatorie da parte del marito

Un marocchino di 51 anni, residente a Sant'Anastasia, è stato arrestato per sequestro di persona, minaccia aggravata e maltrattamenti in famiglia. L'uomo è accusato di aver aggredito con calci e pugni la moglie di 28 anni, procurandole lesioni al volto guaribili in 15 giorni.

La donna era stata rinchiusa nel bagno dell'abitazione. Quando i militari dell'arma sono intervenuti sul posto, la donna ha raccontato di essere stata vittima anche negli ultimi tempi di condotte violente e vessatorie da parte del marito che l'accusava di comportarsi in maniera troppo occidentale e di non indossare abiti lunghi e burqa.

L'uomo è stato condotto nel carcere di Poggioreale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

Torna su
NapoliToday è in caricamento