Picchia la madre e la sorella per i soldi della droga: in manette

L'arresto a Scampia. Le violenze andavano avanti da tempo

Le violenze andavano avanti da tempo fino a quando sono intervenuti i carabinieri. È successo a Scampia dove i carabinieri hanno arrestato un 30enne per maltrattamenti e violenza in famiglia. I militari hanno stretto le manette ai polsi al giovane dopo essere intervenuti all'interno del quartiere 167, a via Antonio Labriola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le violenze 

I carabinieri hanno scoperto che il giovane aveva malmenato sia la madre che la sorella nel tentativo di estorcere loro dei soldi per acquistare droga. Prima le minacce di morte poi quando ha scoperto che non avrebbero ceduto le ha aggredite provocando due traumi e contusioni varie. Secondo quanto ricostruito dai militari, non era la prima volta che si verificavano episodi simili. Il 30enne è stato portato nel carcere di Poggioreale mentre le donne sono state medicate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

  • De Luca: “L'epidemia è dietro l'angolo. Noto un pericoloso rilassamento”

  • Agguato all'ora di cena, due sicari in azione: raffica di spari contro auto

Torna su
NapoliToday è in caricamento