Picchia la madre e la sorella per i soldi della droga: in manette

L'arresto a Scampia. Le violenze andavano avanti da tempo

Le violenze andavano avanti da tempo fino a quando sono intervenuti i carabinieri. È successo a Scampia dove i carabinieri hanno arrestato un 30enne per maltrattamenti e violenza in famiglia. I militari hanno stretto le manette ai polsi al giovane dopo essere intervenuti all'interno del quartiere 167, a via Antonio Labriola.

Le violenze 

I carabinieri hanno scoperto che il giovane aveva malmenato sia la madre che la sorella nel tentativo di estorcere loro dei soldi per acquistare droga. Prima le minacce di morte poi quando ha scoperto che non avrebbero ceduto le ha aggredite provocando due traumi e contusioni varie. Secondo quanto ricostruito dai militari, non era la prima volta che si verificavano episodi simili. Il 30enne è stato portato nel carcere di Poggioreale mentre le donne sono state medicate.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Rissa nel Vasto, "grida disumane". Un quarantenne finisce in ospedale

  • Amichevole in famiglia in casa Juve, cori contro i napoletani: Sarri fa finta di nulla

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Tony Colombo, attacco da Borrelli: "Senza casco e sul marciapiede, esempio di inciviltà"

  • ANTEPRIMA - Don Balon: "Il Real offre al Napoli Nacho e James per Koulibaly"

Torna su
NapoliToday è in caricamento