Aggredisce i genitori per soldi: arrestato 26enne

Il giovane, affetto da disturbi psichiatrici, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso una struttura sanitaria, anche per assicurargli un adeguato trattamento terapeutico e rieducativo

Agli arresti domiciliari un 26enne residente a Terzigno accusato di maltrattamenti in famiglia, estorsione e lesioni personali aggravate. A dare esecuzione all'ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal gip di Nola, ieri, sono stati i carabinieri della Stazione di Terzigno.

L'uomo, classe 1990, è celibe, disoccupato, incensurato e affetto da disturbi psichiatrici.

L'indagine dei Carabinieri, coordinata da Procura di Nola, ed avviata in seguito alla denuncia sporta dai genitori del giovane, ha permesso di accertare che il ragazzo ha aggredito, in più occasioni, entrambe le vittime, facendosi consegnare varie somme di denaro e procurando loro ripetute lesioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con la preziosa collaborazione dell’ASL competente, il 26enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso una struttura sanitaria della Provincia di Napoli, anche per assicurargli un adeguato trattamento terapeutico e rieducativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • Sirt, la dieta che fa perdere peso e migliora la salute

  • Nuova ordinanza della Regione Campania, le decisioni di De Luca: le attività consentite

  • Occupa una casa con i sei figli, l'appello di Antonio: "Non mandatemi via. Voglio pagare l'affitto"

  • Sei persone travolte da un'auto, muore ragazza di 27 anni: ferita gravemente una donna incinta

Torna su
NapoliToday è in caricamento