Scoperto deposito abusivo: sequestrati oltre 400 kg di pesce in cattivo stato di conservazione

Operazione della Guardia Costiera a Torre Annunziata mirata a contrastare la vendita abusiva di prodotti ittici. Il blitz ha scongiurato che il pesce finisse sulle tavole di consumatori ignari

Sequestro pesce

Sotto sequestro oltre 400 kg di prodotti ittici surgelati trovati in cattivo stato di conservazione. Si tratta di ben 50 chili di calamari, 20 di pesce spada, 300 kg di gamberi, 20 kg di capitone e 15 kg di rana pescatrice.

A scoprire il deposito abusivo di pesce, riferisce Giovanna Sorrentino che riporta la notizia su Il Mattino, la Guardia Costiera di Torre Annunziata guidata del comandante Valerio Massimo Acanfora.

Durante il blitz della Capitaneria di Porto oplontina, mirato proprio a contrastare il fenomeno della vendita abusiva di pesce, gli agenti hanno trovato i prodotti ittici all'interno di un frigorifero per gelati e in un banco per la conservazione di prodotti surgelati. 

Tutto il pesce è stato dichiarato in cattivo stato di conservazione in seguito ad un’ispezione da parte di un medico Veterinario dell’ASL NA 3 SUD e si è immediatamente avviata la procedura di distruzione. 
L'operazione della Guardia Costiera ha quindi scongiurato il pericolo che i prodotti finissero sulle tavole di consumatori ignari. 

Scattata anche la denuncia per l'uomo che, secondo gli investigatori, utilizzava il magazzino.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Centro Storico, giovane accasciato in strada salvato da un passante

Torna su
NapoliToday è in caricamento