Arresto imprenditori: Pepe Reina sarà ascoltato dalla procura

Il portiere del Napoli verrà ascoltato come persona informata dei fatti. Ha tenuto in uno dei locali degli arrestati la sua festa di addio alla squadra

Il portiere del Napoli, Pepe Reina verrà ascoltato come persona informata sui fatti riguardo l'inchiesta che riguarda tre imprenditori napoletani ritenuti legati ai clan Contini e Sarno. Il calciatore spagnolo comparirà dinanzi ai sostituti procuratori della Direzione distrettuale antimafia, Francesco De Falco, Enrica Parascandolo e Ida Teresi, coordinati dal procuratore Giovanni Melillo e dall'aggiunto Filippo Beatrice. Le sue dichiarazioni potrebbero essere un ulteriore tassello nell'inchiesta i cui protagonisti avevano rapporti anche con alcuni calciatori del Napoli, spesso clienti delle attività imprenditoriali sotto la lente d'ingrandimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stesso Reina ha organizzato la sua festa di addio alla squadra proprio in uno dei locali di proprietà di uno degli arrestati. In più di un'occasione i calciatori sono stati anche intercettati a telefono con una serie di persone che giravano intorno alla proprietà dell'attività imprenditoriali. Per questi ed altri eventuali dettagli il portiere, in procinto di trasferirsi al Milan, verrà ascoltato dai pm che pensano di riuscire a ricavare elementi utili alle indagini. Reina potrebbe non essere l'unico calciatore cliente degli imprenditori ad essere ascoltato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento