Associazione per delinquere, arrestati 10 dipendenti del parcheggio multipiano di Pozzuoli

Per 7 degli indagati si ipotizza l’associazione per delinquere finalizzata a truffare la pubblica amministrazione

Dieci dipendenti del parcheggio comunale multipiano di Pozzuoli sono stati arrestati dai carabinieri per associazione a delinquere finalizzata a truffare la pubblica ammnistrazione e per truffa continuata aggravata

Per 7 degli indagati si ipotizza l’associazione per delinquere finalizzata a truffare la pubblica amministrazione, perché non si limitavano alla timbratura per conto di colleghi assenti, ma si erano accordati per nascondere i badge di tutti in un cassetto da dove ognuno di loro, a turno, poteva prenderli per timbrare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO

I carabinieri di Licola, grazie a riprese investigative e riscontri effettuati tramite pedinamenti, hanno documentato che alcuni dipendenti, in orari in cui risultavano a lavoro, erano in realtà sul lungomare di Pozzuoli in bici o in scooter. La procura generale presso la Corte dei Conti avvierà gli accertamenti per stimare il danno erariale e procedere al recupero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

  • Coronavirus, due nuovi decessi in Campania: i nuovi casi tutti a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento