Gomorra, polemiche sul palazzo del set: "Vogliono cacciarci ed è a rischio crollo"

Il presidente della Municipalità: "Bisogna immediatamente intervenire a livello strutturale sugli edifici che, come si vede in più punti, presentano gravi segni di cedimento"

È stato utilizzato per la nuova stagione di Gomorra. Fatiscente, enorme, a ridosso delle Vele, un palazzo di Scampia però è al centro delle polemiche: i residenti, circa 80 famiglie, chiedono al Comune ed alla Prefettura che evitino il loro sgombero.

Lo stato del palazzo è preoccupante, il cemento armato appare corroso. La portavoce degli inquilini chiede a Palazzo San Giacomo (proprietario dell'edificio) chiarezza sul loro futuro. Chi risiede in quelle case non ha i soldi per comprarle, e non è chiaro perché i curatori fallimentari ne stiano chiedendo l'acquisto proprio adesso e a che titolo.

"La Municipalità da tempo sta chiedendo un incontro in prefettura - ha spiegato il presidente della VIII Municipalità Apostolos Paipais - e al di là dell'aspetto della compravendita e di chi in questo momento può accamparne la proprietà, bisogna immediatamente intervenire a livello strutturale sugli edifici che, come si vede in più punti, presentano gravi segni di cedimento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni hanno accolto la richiesta dei curatori e pagato. Pochissimi: il resto non può farlo e rischia di essere mandato via nonostante viva lì da 30 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

Torna su
NapoliToday è in caricamento