Ostaggio di suoi coetanei: “Portaci in giro con la macchina e offrici da bere”

Notte da incubo per un 25enne di Torre del Greco, finita con un inseguimento dei carabinieri e due arresti

Polizia

A Torre del Greco due ragazzi sono stati arrestati per sequestro di persona, violenza privata e danneggiamento. Si tratta di un 22enne già noto alle forze dell'ordine, di un 24enne incensurato. Denunciato – con loro – un 21enne, anch'egli già noto.

Avevano minacciato un coetaneo affinché li portasse in giro in auto e “offrisse” loro da bere. I militari sono intervenuti, in largo San Giuseppe alle Paludi, in seguito ad una telefonata al 112 per sequestro di persona: lì hanno intercettato l'auto segnalata con sei persone a bordo ed intimato l’alt. Alla vista dei carabinieri il veicolo è partito in fuga, intercettato poco dopo.

A quel punto è stato abbandonato da cinque degli occupanti, che hanno proseguito la fuga a piedi. Subito uno di loro, il 21enne, è stato bloccato. Intanto la persona rimasta in auto, un 25enne del luogo incensurato e proprietario dell’auto, denunciava ai militari quanto successo.

Si trovava alla guida della sua auto in piazza Martiri d’Africa, quando era stato avvicinato da quattro persone che, con minacce, l'avevano costretto ad accompagnarli in vari posti della città. Man mano veniva minacciato, picchiato ed obbligato ad “offrire” ai suoi rapitori da bere in diversi locali. Uno dei malviventi aveva anche preso possesso della vettura mettendosene alla guida e danneggiandola nel corso di manovre pericolose.

Successivamente al gruppo si era unito il 21enne, inconsapevole della situazione fino al fermo dei carabinieri. Arrestati altri due della banda, restano da trovare i restanti due. Gli arrestati sono al momento ai domiciliari in attesa di processo per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Coronavirus, primo caso a Napoli: cinquantenne in buone condizioni

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento