Monaldi, operazione continuamente rimandata: la denuncia del figlio di un paziente

"Su quattro sale operatorie ne funzionano solo due e viene data priorità solo alle operazioni urgenti", spiega l'uomo a NapoliToday

"Mio padre è ricoverato dal 28 maggio al Monaldi. Si sentì male durante una visita cardiologica con prova di sforzo effettuata al Monaldi. Venne portarono in terapia intensiva per due-tre giorni e dopo fu trasferito in cardiochirurgia per intervento alle coronarie da effettuare nel più breve tempo possibile. Da quel giorno, però, l'intervento è stato continuamente rimandato, in quanto, secondo quanto ci dicevano i medici, su quattro sale operatorie ne funzionano solo due e viene data priorità solo alle operazioni urgenti", spiega a NapoliToday il figlio di un paziente dell'ospedale, preoccupato per le sorti del genitore.

"Oggi l'ennesima beffa. E' stata nuovamente rinviata l'operazione, sempre per problemi alle sale operatorie, come ci spiegano i medici. Non capisco come sia possibile. Vogliamo chiarezza", conclude l'uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • L'Amica Geniale, anticipazioni quinto e sesto episodio 24 febbraio 2020

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Chiusura Kestè, Fabrizio Caliendo: "La mia vita ha più valore dei soldi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento