L'assassino in aula: “Confesso, l'ho ucciso io. L'ho costretto a scavarsi la fossa”

Gaetano Formicola ha confessato in aula l'omicidio del 18enne Vincenzo Amendola

Un racconto truce, una confessione che arriva in appello ma che non lascia dubbi sul giudizio ai suoi danni. A parlare è stato il 21enne Gaetano Formicola a processo per l'omicidio del 18enne Vincenzo Amendola. Il nipote del boss ha confessato l'omicidio in aula fornendo anche i particolari ai giudici della seconda sezione della Corte d'Assise d'Appello di Napoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La confessione 

“Sì è vero, sono stato io. Ho perso la testa perché giravano troppo voci sulla mia famiglia. L'ho ucciso io, chiedo scusa alla famiglia”. Una confessione che arriva dopo il primo grado di giudizio in cui è stato condannato all'ergastolo e alla vigilia della sentenza d'appello. Il 21enne uccise il giovane coetaneo a via Taverna del Ferro a San Giovanni a Teduccio. Prima lo costrinse a scavarsi la fossa e poi lo uccise e lo seppellì sul posto. L'imputato, difeso dai penalisti Claudio Davino e Leopoldo Perone, spera così di ottenere un'attenuazione della condanna subita in primo grado.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

  • Coronavirus, due nuovi decessi in Campania: i nuovi casi tutti a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento