Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Fiaccolata per Vincenzo, la madre: "L'assassino mi dica dove sono i resti di mio figlio"

 

"Nei giorni in cui cercavao Vincenzo, Ciro è venuto a casa per abbracciarmi e rassicurarmi. Se penso l'assassino di mio figlio mi ha abbracciato, mi vengono i brividi". Commozione, rabbia, un vuoto enorme da colmare. Il volto di Maria Esposito, la madre di Vincenzo Ruggiero, il ragazzo ucciso il 7 luglio scorso da Ciro Guarente, non riesce a contenere tutte le emozioni. Ieri, il quartiere di Ponticelli ha organizzato una fiaccolata per far sentire la sua vicinanza alla famiglia del ragazzo, in prossimità del garage dove l'assassino ha fatto a pezzi il cadavere e occultato con il cemento. 

"Complici? Non lo so - prosegue la donna - Certo non so dove una persona così mingherlina abbia potuto trovare questa forza". Poi, l'appello: "Ora, Ciro mi dica dove sono i resti di mio figlio, così che io possa celebrarlo e portarlo a casa". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento