Uccise la zia a coltellate: condannato a 17 anni Pasquale De Liguori

È stato condannato per l'omicidio di Rosa Vitagliano avvenuto lo scorso ottobre a Ponticelli

Condannato Pasquale De Liguori, l'uomo di 39 anni che lo scorso 7 ottobre uccise una sua zia a coltellate ferendone un'altra che era lì con lei. Uscì di casa con un coltello nascosto in giacca, chiese ad un parente un passaggio in auto per raggiungere la casa delle zie, e lì diede sfogo alla sua furia omicida.

L'omicidio di Rosa Vitagliano

La vittima si chiamava Rosa Vitagliano e aveva 61 anni. Sarebbe morta da lì a poco all'ospedale Villa. La fuga di De Liguori, sui tetti vicini, durò poco: i carabinieri riuscirono – dopo una lunga mediazione – a convincerlo a scendere e, in profondo stato confusionale, a consegnarsi loro. Al momento dell'arresto era ancora sporco di sangue e sotto effetto di droghe.

La condanna per De Liguori ammonta a 17 anni e 4 mesi in carcere, più altri tre da trascorrere in una casa di cura stabiliti anche in virtù dei risultati della perizia psichiatrica cui è stato sottoposto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel calcio a 5 napoletano, si è spento l'ex portiere della Nazionale Antonio Capuozzo

  • Madre e figlia dormono in auto, l'appello: "Non hanno più soldi. Sono da mesi in queste condizioni"

  • Scontro treni Metro Linea 1, feriti trasportati in ospedale

  • Lutto a Pianura: si è spento il poliziotto Gaetano Senarcia

  • Lutto nel mondo alberghiero, si è spenta Emma Naldi

  • Le imprese cercano 31mila dipendenti in provincia di Napoli, ma non riescono a trovarli

Torna su
NapoliToday è in caricamento