Caso Romina Del Gaudio, 15 anni dopo l'omicidio si attende la possibile svolta

Il legale dello zio di Romina: "Abbiamo chiesto di analizzare i reperti sotto sequestro. Potrebbero esserci tracce di Dna da comparare con uno degli indagati"

(foto Ansa)

Potrebbe esserci a breve una svolta nel caso di Romina Del Gaudio, la 19enne napoletana uccisa nel casertano nel 2004. Secondo quanto riporta AdnKronos, l'avvocato Francesco Stefani, legale dello zio di Romina (Ciro Gallo), sta aspettando di essere autorizzato a svolgere nuovi esami su alcuni reperti trovati nel 2004 nel boschetto della Reggia di Carditello, dove fu ritrovato il corpo della giovane, che svolgeva l'attività di promoter telefonica. 

L'avvocato Stefani afferma che "la richiesta dipende dal fatto che il Dna trovato sui reperti sequestrato dovrà essere comparato col profilo genetico di uno di coloro che all'epoca fu indagato". Romina salutò per l'ultima volta la madre la mattina del 4 giugno 2004. Il suo corpo fu ritrovato il 20 luglio, un mese e mezzo dopo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

  • Sciopero Trasporti a Napoli il 10 dicembre: gli orari di Anm

Torna su
NapoliToday è in caricamento