Orrore a Terzigno, la figlia della vittima: "Mamma arriva più tardi"

La bambina è a lungo rimasta con gli insegnanti, ignara di quanto accaduto subito dopo il suo ingresso in classe, all'esterno della scuola. Proseguono le ricerche di suo padre

Immacolata Villani

È anche lei vittima dell'orrore avvenuto ieri all'esterno della scuola di via dei Pini a Terzigno. La figlia piccola di Immacolata Villani, uccisa da suo marito (e papà della bambina) Pasquale Vitiello, non poteva avere idea di cosa fosse accaduto a pochi metri da lei.

Sua madre l'aveva accompagnata a scuola, era convinta che qualcuno tra lei e il padre sarebbe andata a prenderla. Ignara della tragedia. “Mamma arriva più tardi, lo so. Mi ha detto che doveva andare a farsi togliere il gesso dal braccio – sarebbero state, secondo il Mattino, le sue parole – Si è fatta male, ma sta guarendo”.

Lo zio di Imma: "Aveva denunciato il marito per stalking"

La piccola è rimasta da sola con gli insegnanti, senza sapere che il padre avesse ucciso sua madre. Il personale della scuola ha fatto uscire i bambini dal retro, dicendo che non c'era la corrente e non si poteva quindi fare lezione. All'ingresso principale c'era il corpo della donna.

La caccia a Pasquale Vitiello

Due famiglie distrutte, quella di Pasquale Vitiello e quella di Immacolata Villani. I parenti dell'uomo hanno rivolto lui - intanto scomparso - un appello: "Dacci un segno di vita. Ti preghiamo: costituisciti. Assumiti le tue responsabilità, noi saremo al tuo fianco". Quella nei suoi riguardi è caccia senza sosta: due elicotteri hanno sorvolato la zona fino al pomeriggio di ieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inutile, fin qui, anche tracciare il suo cellulare. Si era agganciato ad una cellula di Boscoreale, ma le ricerche non sono andate a buon fine. I suoi familiari stanno collaborando alle indagini ma non hanno idea di dove si sia potuto nascondere.

Le testimonianze dei conoscenti | VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • De Luca rilancia la movida: "Cinema all'aperto e musica nei locali: apriamo tutto"

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria: addio al noto designer Roberto Faraone Mennella

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento