Omicidio Calise: condannati i killer dei Lo Russo

Ergastolo per Luigi Cutarelli e Antonio Buono. Vent'anni a Vincenzo Carrino. Sono gli uomini del gruppo di fuoco

Arrivano condanne durissime per l'omicidio di Giuseppe Calise, datato 4 febbraio 2016. Fine pena mai per il 23enne Luigi Cutarelli e per il 39enne Antonio Buono. Vent'anni invece sono stati inflitte al 25enne Vincenzo Carrino. I tre sono ritenuti i membri del gruppo di fuoco del clan Lo Russo che uccise colui che ritenevano un traditore. Calise venne assassinato all'interno del rione don Guanella a Napoli.

Il delitto 

Ad ordinare l'omicidio fu il boss Carlo Lo Russo divenuto poi collaboratore di giustizia e fondamentale per la ricostruzione del delitto. Lo Russo si è accusato del delitto ed è stato condannato a 14 anni di reclusione. Fondamentali anche le dichiarazioni di un altro collaboratore di giustizia, Mariano Torre, condannato anch'egli a 14 anni di reclusione. L'omicidio venne deciso perché il boss riteneva che Calise stesse fornendo appoggio logistico al rivale del clan Walter Mallo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento