Agguato a Ponticelli: ucciso Giovanni Sarno, fratello del pentito Carmine

La vittima raggiunta da due colpi di pistola alla testa nel suo letto. Il corpo è stato trovato da una nipote dopo che ignoti avevano citofonato ai familiari

Si torna a sparare e ad uccidere a Napoli. L'ultima vittima sarebbe stato raggiunto, la scorsa notte, da due colpi di pistola alla testa nel suo letto.

Si tratta di Giovanni Sarno, 54 anni, fratello di Carmine Sarno, collaboratore di giustizia. Il fatto è avvenuto in un'abitazione di via Angelo Camillo de Meis, a Ponticelli. Il corpo è stato trovato da una nipote dopo che ignoti avevano citofonato ai familiari.

L'uomo aveva precedenti per associazione a delinquere, porto abusivo di armi, omicidio, rapina. Sull'accaduto indagala polizia.

Solo 24 ore prima, l'omicidio di Giuseppe Perna, 41enne pregiudicato. L'uomo, legato al Clan Pesce-Marfella, è stato freddato con dei colpi di pistola in pieno volto da due persone che hanno fatto irruzione in un pub a Pianura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus a Napoli, caso sospetto al Pellegrini: ricoverato cittadino cinese

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Coronavirus cinese: le istruzioni del Ministero della Salute

  • Allarme Coronavirus: i medici napoletani chiamati all'aeroporto di Fiumicino

  • Allarme coronavirus, Verdoliva: "Dovesse arrivare qui lo affronteremmo"

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

Torna su
NapoliToday è in caricamento